Facebook e la condivisione dei nostri dati.

Off-Facebook Activity è uno strumento di Facebook con cui ogni utente può conoscere quali dati aziende e organizzazioni condividono con il social network a proposito delle interazioni con i loro siti, servizi e app.

Facebook e la condivisione dei nostri dati.

Off-Facebook era stato già annunciato con il nome di “Clear History”.

Agli inizi del 2019 i tecnici di Mark Zuckerberg stavano lavorando ad un nuovo strumento chiamato “Clear History” con lo scopo di controllare e vedere ed eventualmente cancellare le informazioni presenti sull’account personale di ogni utente che arrivano dai siti e dalle applicazioni collegate a Facebook.

Facebook attraverso i suoi strumenti raccoglie una grande quantità d’informazioni su ciò che un utente compie sia sul social sia al di fuori di esso. Uno strumento come Clear History poteva consentire agli utenti di eliminare tutte queste tracce lasciate in giro, limitando così la capacità di Facebook di indirizzare gli annunci pubblicitari.

Ma la società ha pensato che questa funzionalità potesse confondere gli utenti, facendo credere loro che lo strumento potesse in qualche modo permettere di cancellare i propri dati. Non è così.

Visti i recenti e ripetuti scandali a tema privacy, “nelle prossime settimane mostreremo a quasi 2 miliardi di persone in tutto il mondo un rapido invito a rivedere le loro impostazioni”, scrive Zuckerberg sul blog del social network. Off-Facebook Activity, in italiano Attività fuori da Facebook, sarà al centro dell’iniziativa.

Come funziona?

Per controllare la propria Attività fuori da Facebook è necessario accedere alle impostazioni. Giunti nel menù delle impostazioni bisogna accedere a “Le tue informazioni su Facebook”.

 

Facebook e la condivisione dei nostri dati.

Sarà sufficiente cliccare su “Attività fuori da Facebook” per accedere allo strumento. Per gestirle, l’utente potrà cliccare su “Gestisci la tua attività fuori da Facebook”.

Con questo strumento gli utenti potranno vedere che dati riceve Facebook da terzi, il numero delle interazioni su applicazioni a siti web sui quali si è effettuato l’accesso rapido tramite Facebook, le attività relative ai fornitori di servizi dati e agenzie marketing.

Possiamo esserti utili?

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi saperne di più? Non esitare a scriverci!

EMail   *
Nominativo/Azienda   *
Telefono
Messaggio   *
Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Commenta con Facebook