2014 Technology Trends - parte 1

Come ogni anno il mondo dell’hi-tech cerca di perfezionarsi e inventare le rivoluzioni del futuro. Il 2014 si è aperto con un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di tecnologia: la quarantasettesima edizione del Consumer Electronic Show di Las Vegas.

Cosa ci riserva la tecnologia del futuro? Scopriamolo insieme!

Le tecnologie pret-à-porter o wearable technologies

Dopo i guanti telefonici dello scorso anno, nel 2014 vedremo dilagare la moda di t-shirt, calzini e orologi super tecnologici. La tecnologia «indossabile» non si limiterà più a computer e smartphone, ma si integrerà all'abbigliamento e negli accessori che indossiamo ogni giorno. Tra i gadget più curiosi troviamo il reggiseno antistress realizzato da Microsoft Research, che ha come obbiettivo quello di aiutare chi lo indossa a combattere la fame nervosa. Un’altra novità in uscita è lo Smart Ring, ovvero un anello intelligente in versione unisex, in acciaio inossidabile, anallergico e waterproof. Questo gioiellino è dotato di connettività bluetooth, ed è costantemente collegato allo smartphone attraverso un’App disponibile sia per Android sia per iOS, permettendo così all’utente di monitorare messaggi e chiamate e di ricevere aggiornamenti in tempo reale da Facebook, Twitter e Skype. Indiegogo ha ottenuto oltre 300.000 dollari di donazioni per lanciare i nuovissivi “Smarty Ring”, che tra qualche mese verranno messi in commercio a un costo che si aggira attorno ai 270 dollari.

Stampanti 3D

Le stampanti 3D permettono di creare oggetti tridimensionali, solitamente in PLA (acido polilattico) o in ABS (acrilonitrile butadiene stirene), partendo da un modello 3D realizzato al computer. Inizialmente molto costosa, la stampa 3D è adesso alla portata di tutte le tasche. Ne è un esempio la Cubify Cube (disponibile su Amazon), che misura 14x14x14 cm ed è fornita di cartucce colorate, modelli pronti per la stampa e supporto Wi-Fi. Comprende inoltre un software per realizzare modelli 3D in maniera veloce e intuitiva. Passando a ben altre stazze, troviamo la stampante fuori misura dell’Università della Southern California, una XXL che prende il nome di Contour Crafting. Vi domanderete: ma a che cosa serve una stampante 3D così grande? Be’, per esempio a costruire… una casa! L’inventore è il Professore Behrokh  Khoshnevis, il quale ha pensato di creare una macchina che in sole 24 ore può costruire un’abitazione di 100 metri quadrati. Una volta terminata la realizzazione dei muri, resterebbero le finiture come la posa dei pavimenti, degli impianti elettrici e sanitari, le finestre e il sistema di riscaldamento. Questo prodigio dell’ingegneria può essere utilizzato anche a scopo benefico: in caso di calamità naturali, infatti, Contour Crafting potrebbe essere trasportata sul luogo del disastro e impiegata per la realizzazione di rifugi in tempi da record.      

Televisori 4K

Il televisore, un oggetto di culto, di arredamento, di design. Parte integrante della nostra storia e, nel bene o nel male, della vita di tutti i giorni. Fra le novità più coinvolgenti del 2014 ci sono i televisori 4K o Ultra HD, caratterizzati da schermi giganti, curvi e per di più «curvabili» a proprio piacimento, capaci di garantire performance eccezionali. I prezzi non sono però dei più accessibili, e infatti i produttori hanno deciso di stringere accordi con i fornitori di servizi streaming come Netflix o YouTube, per aumentare l'offerta di film e programmi e renderli dunque più appetibili al grande pubblico.

Automobili intelligenti

Fino a pochi anni fa, un auto in grado di guidare e parcheggiare autonomamente, e addirittura di evitare gli ostacoli, era impensabile. Nel 2013, però, Apple e Google sono state tra le prime aziende a lanciarsi nel campo delle auto intelligenti, ossia vetture capaci di dialogare con smartphone e tablet per migliorare tutti gli aspetti dell’esperienza di guida, l’entertainment, la sicurezza e il comfort. Adesso, anche Audi, Gm e Ford hanno deciso di raccogliere questa sfida. In particolare, Ford ha presentato alcuni prototipi in grado individuare un parcheggio che sia almeno il 20% più grande della macchina (almeno finché questa viaggia entro i 30 Km/h) e dunque di effettuare manovre di parcheggio automatiche. Al conducente non resta così che scendere in tutta comodità e premere il pulsante che azionerà la procedura. Un altro innovativo sistema tecnologico è l'Obstacle Avoidance, un sistema in grado di riconoscere gli ostacoli, frenare, rallentare o sterzare automaticamente in presenza di auto o pedoni. Il riconoscimento avviene grazie all’impiego di tre radar, vari sensori a ultrasuoni e telecamera.

Droni

Nel secolo scorso, uno dei maggiori incubi della fantascienza era l’invasione delle «macchine per uccidere». Ma quella che un tempo era solo fantasia, oggi è purtroppo diventata realtà. Da qualche anno, infatti, gli eserciti più avanzati stanno lavorando per creare macchine in grado di compiere le più svariate missioni: l’esercito russo, per esempio, si sta dotando di propri droni capaci sia di svolgere semplici voli di ricognizione, sia di attaccare il nemico e neutralizzarlo. Esistono anche utilizzi più pacifici, come riconoscere i suoli inquinati e quelli salubri e semplificare i lavori di controllo o manutenzione che gli umani svolgerebbero altrimenti in situazione ad alto coefficiente di rischio. Alcuni pensano a impieghi ancora più futuristici, come Jeff Bezos, fondatore di Amazon, secondo il quale entro il 2018 lo store affiderà ai droni il compito di consegnare i pacchi ai propri clienti. Il servizio, che si chiamerà Amazon Prime Air, permetterà di effettuare consegne in 30 minuti dall’acquisto, ottimizzando tempi e costi. Anche Facebook ha colto la palla al balzo, acquistando per 60 milioni di dollari la Titan Aerospace, società produttrice di droni a energia solare, in grado di raggiungere i 20 mila metri di quota e volare per cinque anni senza sosta. L’obiettivo? Portare internet ovunque.

Se queste novità vi hanno incuriosito, lasciate un commento sulla nostra pagina Facebook. E restate in ascolto: la nostra «ricognizione» dei nuovi trend tecnologici non è ancora finita!

Valentina Lagorio

Possiamo esserti utili?

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi saperne di più? Non esitare a scriverci!

EMail   *
Nominativo/Azienda   *
Telefono
Messaggio   *
Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Commenta con Facebook