Trent'anni fa nasceva l'Amiga, magia digitale

Trent'anni fa nasceva l'Amiga, magia digitale

Sull'Amiga avrei tantissime cose da raccontare. Mi è stato regalato da mio padre all'età di undici anni, per esattezza nel mese di Settembre. Durante quell'estate del 1992 non avevo fatto altro che chiedergli di comprarmelo, perchè avevo il sogno di imparare a programmare videogiochi, una cosa complicatissima per un ragazzino.

Dopo poco più di un anno, anche grazie all'aiuto di una bellissima collana di riviste chiamata "Gioco e Creo con Amiga" (oggi consultabile online dal sito della Retroedicola Videoludica), il mio primo videogame prese vita. Musica scritta con l'OctaMED 1.00B, grafica e animazioni disegnate pixel per pixel con Deluxe Paint III, motore del gioco scritto in AMOS Professional, un bellissimo linguaggio di programmazione basato sul Basic.

Con l'Amiga fare musica, disegnare, programmare e dare sfogo alla propria creatività era magicamente possibile. E' grazie a quel rivoluzionario personal computer che successivamente mi sono appassionato al web, trasformando quella passione nel lavoro che faccio ancora oggi continuando a divertirmi, proprio come quando da ragazzino volevo dar vita a un videogioco.

Buon compleanno Amiga!

Davide Di Pasquale

Possiamo esserti utili?

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi saperne di più? Non esitare a scriverci!

EMail   *
Nominativo/Azienda   *
Telefono
Messaggio   *
Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Commenta con Facebook