Password sicure: perchè sono importanti?

Password sicure: perchè sono importanti?

Pensate per un momento a quante password avete creato e quante dovete ricordare per accedere ai vostri servizi online. Fatto? Bene.

Se avete dovuto pensare a una serie di password siete sulla buona strada. Se invece ne ricordate solo una i vostri dati personali sono potenzialmente soggetti a pericolosi attacchi hacker. Vediamo insieme perchè.

Chi sono gli hacker? E perchè vogliono i miei dati?

I servizi online che contengono informazioni private necessitano di un nome utente e di una password per accedervi. Queste credenziali servono per tenere al sicuro i vostri dati personali che possono diventare obiettivo di attacchi hacker.

Ma chi sono gli hacker? Sono criminali informatici il cui obiettivo è riuscire ad accedere ai nostri computer e  dati personali utilizzandoli per compiere atti illegali. La figura dell’hacker più comune è sicuramente quella dello spammer, il quale tenta di rubare le password delle caselle email altrui per spedire messaggi pubblicitari, materiale illegale e messaggi ingannevoli per truffare i malcapitati.

Come posso proteggermi dagli attacchi hacker?

Per proteggersi dagli attacchi hacker occorrono alcuni accorgimenti che non permetteranno ai criminali informatici di scovare le vostre password. Le misure di sicurezza che vi consigliamo di seguire garantiranno per quanto possibile la sicurezza dei vostri dati personali.

Ecco allora i 12 suggerimenti "anti-hacker":

  1. Installare un antivirus da tenere sempre aggiornato sul vostro computer. Grazie ai virus, gli hacker possono rubare le vostre password, anche mentre le scrivete. (Vedi anche: Antivirus gratuiti)
  2. Avere sempre installata l'ultima versione del sistema operativo e tenerlo costantemente aggiornato, possibilmente tramite gli aggiornamenti automatici
  3. Navigare su Internet con un browser sempre aggiornato. (vedi anche: Browser, quale scegliere e da dove scaricarlo)
  4. Tenere il vostro Client di posta elettronica anch’esso sempre aggiornato
  5. Non utilizzare password banali, come ad esempio “password”, parole comuni, serie alfabetiche/numeriche(abcdef, 123456, 11111…) e lettere della tastiera adiacenti (qwerty, asd...)
  6. Non utilizzare informazioni personali per le vostre password (il vostro nome, il nome del vostro partner, la vostra data di nascita...) poichè sono facilmente rintracciabili ad esempio dai Social Network
  7. Utilizzare password diverse per ogni servizio, al fine di non comprometterli tutti nel caso una password venga violata
  8. Non aprire messaggi di posta contrassegnati come SPAM in quanto possono contenere virus che si installano automaticamente sul vostro computer per spiarne i contenuti e i dati di navigazione
  9. Cambiare periodicamente le vostre password
  10. Non memorizzare le password sul computer in quanto potrebbero essere rintracciate attraverso appositi programmi e virus
  11. Evitare di accedere a siti che non mostrano "https" nell’URL; la sua presenza indica infatti una connessione criptata, che se pure venisse intercettata da altri, sarebbe comunque illeggibile
  12. Inserire ulteriori elementi casuali anche quando si utilizzano generatori di password in quanto gli hacker sono ormai a conoscenza dei principali schemi.

Questi accorgimenti vi permetteranno di mettere i bastoni tra le ruote agli hacker e ai loro strumenti.

Cosa può succedere se la mia password viene scoperta?

Abbiamo visto insieme che esistono diverse finalità per le quali gli hacker tentano di rubare le nostre password. Ma cosa succede una volta che la password viene violata?

  • Quando viene scoperta la password di una casella email, l’account di posta in questione viene utilizzato per inviare SPAM. L'invio massivo di questi messaggi comporta il blocco dell’account e di conseguenza la sospensione del suo funzionamento. Inoltre si rischia l’inclusione dell’indirizzo di posta elettronica in una Black List, ovvero negli elenchi degli indirizzi IP che vengono riconosciuti come generatori di SPAM. La rimozione da una Black List non è immediata e necessita della richiesta di rimozione dell’indirizzo IP ai gestori della Black List, con tempistiche diverse per ognuno di essi
  • Se utilizzate la stessa password per ciascun servizio il maggior rischio è sicuramente quello per la vostra carta di credito. Gli hacker possono infatti decifrare la vostra password da siti più vulnerabili per accedere poi a tutti i siti tra cui anche il vostro Home Banking.
  • Qualora dovesse venire scoperta la password del vostro computer, lo stesso computer potrebbe essere utilizzato a vostra insaputa per compiere atti illegali sfruttando il vostro indirizzo IP e potrebbe diventare fonte essenziale per la decifrazione delle password più importanti.

La violazione di una password può rivelarsi un colpo basso per le vostre informazioni personali. Non sottovalutate quindi l’importanza dell’utilizzo di password sicure.

Come scrivere password sicure

Creare password sicure è più semplice di quanto si pensi e per farlo basta seguire alcune semplici regole. Una buona password deve:

  • Essere lunga almeno tra i 8 e i 13 caratteri; più lunga è una password più risulta difficile da decifrare. 
  • Contenere caratteri speciali come “! $ & + , - . / < > = ? @ ^ _ ~”; il loro utilizzo consente infatti di ampliare il numero di combinazioni, riducendo le probabilità di successo nella decifrazione delle password da parte degli hacker.
  • Alternare lettere maiuscole e minuscole, anch’esse utili per introdurre un maggior numero di combinazioni.
  • Contenere numeri casuali e che non corrispondano a date a voi inerenti.

Un esempio di password lunga, complessa e facile da ricordare potrebbe essere l'utilizzo di una frase come: "Come scrivere password sicure". Al fine di aumentarne la complessità seguiamo le nostre regole ed otterremo: "CmScriverePaSSSicure!12!". 

Il mix delle regole sopracitate permetteranno quindi di generare password efficaci, sicure e difficili da decifrare.

Vi è mai capitato che vi siano state rubate le password? Lascia un commento e raccontaci la tua esperienza.

Possiamo esserti utili?

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi saperne di più? Non esitare a scriverci!

EMail   *
Nominativo/Azienda   *
Telefono
Messaggio   *
Vuoi iscriverti alla newsletter?
Accettazione Privacy Policy   *

Commenta con Facebook